TECNICA DELLE ASSICURAZIONI E DELLE FORME PENSIONISTICHE

Crediti: 
8
Settore scientifico disciplinare: 
METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIE (SECS-S/06)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Conoscenza e capacità di comprensione:
Il corso si propone di:
- presentare i principi tecnici di base delle gestioni assicurative e pensionistiche;
- esaminare i prodotti che offrono una copertura assicurativa per rischi vita e rischi non vita, le forme assicurative di risparmio previdenziale e le rendite pensionistiche;
- discutere le fasi del processo di risk management per un assicuratore e per un fondo pensioni.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Relativamente ai benefici legati alla durata di vita (erogati da imprese di assicurazione o da fondi pensione), lo studente acquisisce le nozioni attuariali di base per comprendere il calcolo dei premi, la formazione delle riserve, la valutazione dell'utile e l'analisi delle tradizionali azioni di risk management. Le conoscenze acquisite dallo studente interessano vari ruoli nell'ambito del settore assicurativo e previdenziale. All'esterno di tale ambito, le conoscenze acquisite consentono una migliore comprensione dei servizi assicurativi di risk management (per aziende) o di gestione del risparmio (prodotti pensionistici individuali).

Autonomia di giudizio:
Il corso stimola la capacità di analisi critica richieste ad un laureato magistrale in discipline economico-aziendali che operi come nel settore finanziario-assicurativo. Lo studente è in grado di interpretare in modo critico l’output delle valutazioni attuariali, ed è inoltre capace di impiegare in modo autonomo i modelli attuariali meno sofisticati.

Abilità comunicative:
Lo studente acquisisce gli elementi principali del linguaggio tecnico-attuariale. E’ quindi in grado di comunicare efficacemente con chi è incaricato di sviluppare le valutazioni attuariali, proponendosi come interprete (o anche come coordinatore) tra le funzioni più strettamente tecniche e quelle più prettamente manageriali.

Capacità di apprendere:
Lo studente sviluppa la capacità di interpretare gli aspetti tecnici dei problemi di natura assicurativa vita e previdenziale. E’ in grado di comprendere gli strumenti quantitativi più opportuni per la risoluzione degli stessi. Lo studente impara in particolare ad utilizzare modelli quantitativi non sofisticati ed è in grado di affrontare ulteriori approfondimenti per arrivare a comprendere anche il funzionamento di modelli quantitativi più avanzati rispetto a quelli esaminati durante il corso.

Prerequisiti

Conoscenze di base di matematica finanziaria e probabilità.

Contenuti dell'insegnamento

Rischi: rappresentazione, trasferimento. Le caratteristiche di un pool di rischi.
Aspetti tecnici del risk management di un assicuratore.
Aspetti tecnici delle assicurazioni sulla durata di vita con benefici fissati: premi, riserva, utile.
Assicurazioni sulla durata di vita con benefici variabili in funzione di tassi d'interesse, rendimenti di fondi, indici azionari.
Prodotti pensionistici privati.
I rischi presenti nella gestione di prodotti previdenziali.

Programma esteso

Disponibile online, sul sito dedicato all'insegnamento.

Bibliografia

A. Olivieri, E. Pitacco. Introduction to insurance mathematics. Technical
and financial features of risk transfers. Springer. 2011

Metodi didattici

Durante le lezioni saranno presentati gli aspetti concettuali dei modelli, nonché (tramite valutazioni numeriche) i relativi profili operativi. Saranno suggeriti problemi da svolgere autonomamente al di fuori delle ore d'aula affinché lo studente possa misurarsi nell'applicazione autonoma dei vari concetti presentati durante le lezioni frontali.

Modalità verifica apprendimento

Esame scritto, seguito da eventuale colloquio orale.
Le conoscenze e la capacità di comprensione saranno accertate richiedendo lo svolgimento di tre problemi numerici e l’interpretazione dei risultati ottenuti. La votazione massima conseguibile per ciascun problema è 10.
L’interpretazione dei risultati consentirà di accertare la capacità di applicare le conoscenze, la capacità di apprendere e l’autonomia di giudizio.
Nello svolgimento dei problemi numerici, nell’interpretazione dei risultati e, in caso di colloquio orale, nell’esposizione dei modelli esaminati durante il corso, lo studente dovrà dimostrare la propria capacità di comunicare con linguaggio tecnico appropriato.