FINANZIAMENTI D'AZIENDA (LM)

Docenti: 
Docente: TAGLIAVINI Giulio
Codice dell'insegnamento: 
10180*11117*2017*2017*9999
Crediti: 
9
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Settore scientifico disciplinare: 
ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI (SECS-P/11)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il corso di Finanziamenti d'azienda persegue i seguenti obiettivi:
- creare le competenze nel campo della diagnosi corretta dei problemi finanziari di una azienda;
- rendere disponibili modelli e logiche di valutazione delle soluzioni finanziarie per le imprese che si trovano in vari contesti competitivi;
- rafforzare le competenze in tema di costruzione di modelli di valutazione
- creare competenze di valutazione di operazioni di finanza straordinaria.

Prerequisiti

Conoscenza base del foglio elettronico
Corso base di finanza aziendale
Corso base di matematica

Contenuti dell'insegnamento

Il corso affronta le principali tematiche economico-manageriali, le logiche di base e gli strumenti relativi alla direzione e alla gestione finanziaria delle aziende. In particolare, vengono illustrati i modelli teorici fondamentali e la loro concreta applicazione nelle scelte tipiche della finanza aziendale: le decisioni di investimento (capital budgeting), l’individuazione di una corretta misura del costo del capitale e la scelta relative al grado di leva finanziaria (capital structure), ovvero i principali campi di attività della Direzione Finanziaria. L’obiettivo del corso è di introdurre gli studenti al mondo della finanza d’azienda, fornendo loro la comprensione sia dei principali modelli teorici sia delle loro principali applicazioni nelle realtà aziendali, privilegiando un taglio operativo ed applicativo.

Si approfondiscono diversi aspetti che attengono l'analisi del merito di credito. A tale riguardo è di rilievo comprendere quali siano le logiche di valutazione adottate dalle banche.

In secondo luogo si individua un set di circostanze tipiche che coinvolgono le competenze del direttore finanziario. Ogni circostanza deve essere analizzata con riguardo agli strumenti disponibilità e alle criticità da mantenere sotto controllo.

Infine, il foglio elettronico è il principale strumento di lavoro di coloro che si occupano di finanza d’impresa e, più in generale, di scelte finanziarie. Questo modulo del corso si prefigge lo scopo di rendere lo studente in grado di sviluppare propri modelli simulativi nel campo delle decisioni finanziarie. Questo risultato viene perseguito perfezionando la necessaria famigliarità con il foglio elettronico e, parallelamente, con lo sviluppo di nuove realizzazioni operative.

Il corso viene completato da un corso monografico dedicato all'analisi delle operazioni di finanza straordinaria.

Programma esteso

Capitolo 1 – I fondamenti
Capitolo 2 – L’obiettivo
Capitolo 3 – La nozione di rischio
Capitolo 4 – Misurare rischio e soglia minima di rendimento: in pratica
Capitolo 5 – Misurare il rendimento di un investimento
Capitolo 6 – Interdipendenze fra progetti
Capitolo 7 – La struttura del capitale: analisi della decisione di finanziamento
Capitolo 8 – La struttura del capitale: la combinazione ottimale delle fonti di finanziamento
Capitolo 9 – La struttura del capitale: implementazione
Capitolo 10 – La politica dei dividendi
Capitolo 11 – L’analisi delle liquidità restituite agli azionisti
Capitolo 12 – Teoria e pratica della valutazione

Bibliografia

Aswath Damodaran - Oliviero Roggi, Finanza aziendale applicazioni per il management, 4 edizione, Apogeo.

Metodi didattici

Acquisizione delle conoscenze: lezioni frontali
Acquisizione della capacità di applicare le conoscenze: costruzione di modelli
Acquisizione dell’autonomia di giudizio: durante il corso gli studenti verranno stimolati a individuare pregi e difetti dei modelli di valutazione e ottimizzazione dei vari profili della finanza aziendale
Acquisizione delle capacità di apprendimento: per ogni argomento si partirà dalla illustrazione del problema da risolvere e si analizzeranno criticamente le soluzioni adottate, anche con riguardo ad operazioni in corso di svolgimento sul mercato dei capitali
Acquisizione del linguaggio tecnico: durante l’insegnamento verrà illustrato il significato dei termini comunemente usati dalla comunità finanziaria.

Modalità verifica apprendimento

Prova intermedia, prova finale di simulazione al PC e colloquio.
Le conoscenze verranno accertate con 2 domande a risposta chiusa che verranno valutate fino a 2 punti ciascuna
Le capacità di applicare le conoscenze verranno accertate con 1 esercizio che verrà valutato fino a 8 punti
Le capacità di comunicare con linguaggio tecnico appropriato verranno accertate attraverso 2 domande a risposta chiusa sul significato dei termini usati dagli esperti dei mercati finanziari verranno valutate fino a 2 punti ciascuna.
L’autonomia di giudizio e la capacità di apprendere verranno accertate con 2 domande a risposta aperta che verranno valutate fino a 7 punti ciascuna